martedì 20 ottobre 2009

Borat


Il giornalista televisivo kazako Borat viene inviato negli Stati Uniti per girare un reportage sul più grande paese del mondo.
Porta con sé una caterva di genuini pregiudizi, da quelli sulle donne all'antisemitismo. E' simpaticamente fuori luogo e fuori da ogni civile nozione di convivenza, almeno secondo determinati standard occidentali.
Si lava nel WC, crede che l'ascensore sia la sua stanza d'hotel, va di corpo in un qualsiasi cespuglio, considera umoristico prendersi beffe degli handicappati mentali. E' gioiosamente anarchico e scorretto, genuinamente ottuso e barbaro.

Link

Parte 1
Parte 2
Parte 3
Parte 4
Parte 5
Parte 6

0 commenti:

Posta un commento