domenica 18 ottobre 2009

Il Collezionista Di Ossa

Lincoln Rhyme, per tanti anni il miglior detective criminologo della polizia scientifica di New York, ha subito un grave incidente sul lavoro. Ora, perso l'uso di gambe e braccia, vive assistito su un letto senza più alcun entusiasmo nella vita. Da qualche tempo un serial killer si aggira per le strade di Manhattan. Uccide infliggendo alle vittime orribili mutilazioni e nascondendo sul luogo messaggi dall'oscuro significato. Amelia Donaghy, giovane poliziotta alla vigilia di essere trasferita in un ufficio, scopre un nuovo cadavere con terribili particolari e riesce con prontezza di riflessi a gestire la situazione. I colleghi cercano di convincere Rhyme ad occuparsi del caso, ma il detective dice che la soluzione è facile e non presenta particolare interesse. Quando però esamina i rilevamenti effettuati e le fotografie, Rhyme nota qualcosa che attira la sua attenzione. Accetta allora di occuparsi del caso, non prima di avere dovuto faticare parecchio per vincere la diffidenza di Amelia a rimanere con lui. Mentre Rhyme si fa attrezzare un laboratorio in casa, Amelia comincia ad indagare fuori, non senza essere in più momenti osteggiata e frenata dal capo della polizia che mal digerisce l'ingerenza eccessiva di Rhyme. Ma questi, studiando particolari che sembrano insignificanti, comincia a delineare il percorso del serial killer. Il primo passo verso un assurdo rituale di sangue e amputazioni è in un vecchio libro del primo Novecento dal titolo "Il collezionista di ossa": nel libro alcune fotografie riproducevano atteggiamenti dei cadaveri ritrovati di recente. Quando il cerchio comincia a stringersi, Rhyme è solo a casa. Una serie assurda di omicidi (tra cui la sua fida governante) accade attorno a lui, prima che il folle venga abbattuto: si tratta dell'addetto ai servizi tecnici dell'ufficio di polizia, che anni prima Rhyme aveva fatto andare in galera.

Link

Parte 1
Parte 2
Parte 3
Parte 4
Parte 5
Parte 6
Parte 7
Parte 8
Parte 9
Parte 10

0 commenti:

Posta un commento